….Agrumi!

Ecco svelato il prossimo argomento!

Da quando siamo partite abbiamo avuto sempre delle festività ed ora finalmente vogliamo approfondire un tema, gli agrumi!

Gli agrumi sono piante coltivate appartenenti al genere Citrus, famiglia delle rutacee (limone, arancio, mandarino, pompelmo, ecc.); sono così chiamati anche i loro frutti. Si tratta di alberi o arbusti sempreverdi originari dell’India e dell’Estremo Oriente e diffusi in epoche diverse in Europa in tutte le zone a clima mediterraneo, zona non solo di produzione, ma anche di forte consumazione.

Sono coltivati per i frutti di alto valore alimentare e vitaminico; consumati freschi o per conservare, marmellate, canditi e bevande e per l’estrazione di oli essenziali usati in profumeria.

 

CURIOSITÀ:

per chi è a dieta vanno benissimo le arance che dovrebbero sostituire la classica mela (o il classico frutto dello spuntino) perché meno caloriche e più ricche di fibre; non vanno bene invece mandaranci e mandarini, troppo appetibili e molto calorici (il doppio dell’arancia).

I più comuni nelle nostre cucine sono:

Limone
originario dell’Asia ma coltivata nelle regioni temperate (in Italia soprattutto in Sicilia e Calabria) per i frutti ma anche come pianta ornamentale, ricchissima di acido citrico e ascorbico (o vitamina C); il succo è largamente usato come condimento e aroma per preparare bevande; la buccia (o scorza), come aroma per dolci e pietanze e, nell’industria, per estrarre un olio essenziale aromatico adoperato per profumi, dolci e bibite.

Mandarino
originario della Cina. Il piccolo frutto della pianta di mandarino di forma globosa, con buccia sottile verdognola e a maturazione completa arancione, con polpa arancione, succosa, dolce e molto profumata.

Pompelmo
originario dell’estremo Oriente e largamente coltivato in tutte le zone subtropicali per i frutti a grappolo commestibili. Il con la buccia e la polpa colore giallo chiaro o rosa dal succo acidulo e amarognolo, tuttavia gradevole (specialmente con un po’ di zucchero!!): può essere consumato fresco per colazione, come antipasto o come frutta, oppure spremuto come bevanda tonica. Ma anche usato per arricchire determinate insalate.

Arancio

Pianta originaria della Cina e della Cocincina, coltivata nelle regioni temperate (in Italia soprattutto in Sicilia e in Calabria) per i frutti e anche come pianta ornamentale in vaso. E’ un albero che fa piccoli fiori bianchi, intensamente profumati (fiori d’arancio, simbolo di purezza e per questo portati sul capo dalle spose durante la cerimonia nuziale), da cui si estrae un’essenza usata in profumeria.

 

Il lime

Originario della Malesia e dell’India; attualmente viene coltivata anche in Messico, in Brasile, nell’America Latina, in Spagna e in Egitto. Il frutto e’ leggermente ovale, la buccia e’ sottile, dal colore verde intenso e brillante con qualche sfumatura gialla e ricca di oli essenziali. In cucina, il lime puo’ essere usato come un limone dal sapore leggermente piu’ esotico ed aromatico; e’ ottimo pertanto sui fritti e nelle marinate sia di carni bianche che di pesce. E’ un elemento essenziale per la preparazione di molti cocktail (famoso il “Caipirina” o il Mojito)  e cocktail di frutta come la “Yerba Buena”.

 

Vorremmo inoltre analizzare alcune frasi, falsi miti e verità sugli agrumi.

L’Arancia: al mattino è oro, a pranzo è argento, la sera è piombo!

FALSO. E’ di facile digestione in qualunque momento della giornata. Anche se la pellicola filamntosa che riveste gli spicchi ad alcuni può risultare meno digeribile. In questo caso basta bere la spremuta.

 Gli agrumi provocano acidità e non si sposano con alimenti come latte o vino

FALSO. La loro leggera acidità viene neutralizzata da alimenti alcalinizzanti come il potassio, contenuti nella frutta stessa e negli altri alimenti. Inoltre, i loro acidi organici sono totalmente deboli da disperdersi prima di giungere a livello gastrico. Pertanto è un luogo comune che facciano a pugni nello stomaco se assunti con il latte, così come il vino, del quale non aumentano affatto l’acidità.

 Il pompelmo aiuta a sciogliere i grassi

VERO E FALSO. Le sue proprietà dimagranti vengono in genere attribuite a sostanze amare come la naringina. In realtà, questi principi attivi stimolano i succhi gastrici, facendo aumentare l’appetito (e i chili di conseguenza). Solo in caso di ritenzione idrica il pompelmo può essere un alleato della linea, perché favorisce la diuresi. Inoltre, ricerche dell’Università della Florida dimostrano che la fibra pectina del frutto contribuisce a tenere “pulite” le arterie, diminuendo il rischio di malattie cardiovascolari.

Il limone indebolisce le ossa

VERO E FALSO. Gli acidi citrico e tartarico del frutto sono accusati di sottrarre calcio all’organismo e di provocare così acidità ossea. In teoria sarebbero in grado di compiere il “furto”, ma solamente se si consumassero limoni in dosi talmente elevate da risultare improponibili.

Il mandarino è un sedativo

VERO E FALSO. Per i suoi sali di bromo può venir considerato un blando calmante, capace di conciliare il sonno. Unico inconveniente: bisognerebbe mangiarne a chili. In compenso, il consumo di un paio di frutti al giorno può aiutare a mantenersi sereni, poiché le sue sostanze antiossidanti rinforzano le membrane delle cellule nervose.

Gli agrumi sono una barriera verso il cancro

VERO. la conferma viene dall’università di Catania, che ha scoperte nelle arance rosse siciliane i pigmenti antocianine, potenti scudi anti-tumorali, mentre la Tufts University di Boston ha classificato le arance fra gli alimenti più ricchi di antiossidanti attivi contro l’invecchiamento precoce. Con gli agrumi, fai scorti di carotenoidi, bioflavonoidi, vitamina C e componenti, come l’aurantia amarina, con funzioni antiossidanti. Tutte sostanze protettive, che combattono i radicali liberi, cioè le scorie dell’organismo che innescano processi di invecchiamento e malattie degenerative.

L’anemia si sconfigge a suon di spicchi e spremute

VERO E FALSO. Poiché la vitamina C aumenta l’assorbimento del ferro, si raccomanda di abbinare gli agrumi (che contengono 50mg di vitamina C ogni 100 grammi) ai cibi più ricchi del minerale anti-anemico, come la carne e il pesce. Tuttavia, l’anemia non si scongiura con la sola dieta, perché il ferro alimentare in generale è ben poco biodisponibile.

Arance & Co rinforzano il sistema immunitario

VERO. Oltre alla vitamina C, che tiene lontane le malattie di stagione, gli agrumi apportano molti “anutrienti”, cioè sostanze senza valore nutritivo, ma attive. Fra questi, gli oli essenziali limonene e bigarade che, grazie a un gioco di squadra con gli altri componenti degli agrumi, incrementano la produzione di anticorpi, aiutando a combattere i malanni dell’inverno.

Gli agrumi fanno male in caso di gastrite o di ulcera

FALSO. La debole acidità degli agrumi non nuoce in caso di gastrite o di ulcera ma, se a queste si accompagna una sofferenza delle colecisti, i sintomi possono peggiorare, perché gli agrumi possono incrementare lo svuotamento della cistifellea e la secrezione di succhi gastrici.

Molte persone sono intolleranti agli agrumi

VERO. Per predisposizione e ipersensibilità individuali, assumendo agrumi, qualcuno può manifestare orticaria o disturbi gastroenterici.

L’arancia può provocare eccitazione

VERO. Alcune persone, mangiando l’arancia a cena, rischiano di non chiudere occhio di notte, a causa di agitazione e tremori. Questi sono dovuti a un fenomeno soggettivo di reattività eccessiva ai frutti, che causa un’iperproduzione di insulina. Così nell’organismo si verifica un’ipoglicemia notturna, che provoca la classica sensazione di “buco” nello stomaco, con conseguente risveglio.

Gli agrumi, assunti dopo un pasto a base di carboidrati, provocano fermentazione

FALSO. I carboidrati e gli amidi sono digeriti a livello della bocca e dell’intestino, come gli zuccheri della frutta, sebbene con tempi diversi. Fenomeni di fermentazione sono da attribuire invece ad alterazioni nell’assorbimento intestinale.


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...