Pasqua!!!

e finalmente P A S Q U A ! ! !

iniziamo con qualche curiosità…

La Pasqua cristiana è in stretta relazione con quella ebraica, ma mentre per gli ebrei essa rappresenta il momento in cui  furono liberati dalla schiavitù in Egitto, per i cristiani indica il momento di passaggio  dalla morte alla vita di Gesù.

La festa della Pasqua cristiana è mobile, viene fissata di anno in anno  nella domenica  successiva al primo plenilunio successivo all’Equinozio di Primavera (21 marzo), quindi per la chiesa cattolica la Pasqua è fissata tra il 22 di marzo e il 25 di aprile.

I riti liturgici che accompagnano questa festa sono molti , essa è preceduta da un periodo di  astinenza e digiuno detto Quaresima, l’ultima settimana di Quaresima è detta Settimana Santa, periodo ricco di celebrazioni dedicate al silenzio, alla contemplazione e al lutto che trova il suo culmine nel Sabato Santo in cui non si celebra nessuna liturgia né si amministra la Comunione , non si celebra la Messa i tabernacoli sono spalancati e gli altari spogli.

Oggi festeggiare la Pasqua è anche un modo per dire addio al freddo inverno e festeggiare la rinascita della natura e l’arrivo della primavera, festeggiare la luce che sconfigge l’oscurità dell’inverno, sono giornate che abitualmente si trascorrono in famiglia,e l’Italia è piena di tradizioni culinarie.

Nella tradizione ebraica la prima e principale festa dell’anno è Pessach, laPasqua, che gli ebrei chiamano ” il tempo della nostra liberazione “.

Una festa antichissima per gli ebrei che cade in Primavera, come per molte altre culture, festeggia lo sbocciare della vita, la rinascita, celebra il passaggio alla vita, il ritorno alla vita. Questa liberazione cade sempre di primavera, nel mese di Nissan.

Una festa religiosa, corale, che si mantiene inalterata da 3000 anni e che vienecelebrata ogni anno dalle famiglie ebree con un rito attentissimo ad ogni dettaglio e dove ogni gesto e ogni piatto hanno il loro significato simbolico.

I 3 segni, i tre elementi e cibi principali di Pessach sono l’ Agnello,   Matzah , cioè il pane atzimo e Maror , cioè le erbe amare.

Continueremo con qualche curiosità per ogni giorno

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...