Dolci della tradizione…

Sappiamo che il Pandoro è originario della zona di Verona ed il Panettone della Zona di Milano.

Sappiamo che he in Puglia per Natale si preparano le Cartellate al miele o al vincotto, e le pettole. In Trentino il dolce tipico per natale è lo Zelten

E da voi? Scriveteci i dolci della vostra tradizione e la ricetta così potremo provare a farli!

Oggi noi vi diamo la ricetta per la preparazione delle cartellate pugliesi!

Ingredienti

  • olio di gomito 😉
  • 1 kg di farina di frumento 00
  • 500 ml di vino bianco secco, meglio profumato (io ne ho messi 550 ml, ma dipende dall’assorbimento della farina)
  • 100 ml di olio d’oliva (io di riso perché più delicato)
  • vino cotto
  • 1 pizzico di sale
  • cannella in polvere

Preparazione

Riscaldare il vino, non troppo caldo. In una ciotola grande versare la farina, vino, olio e il sale.  Impastare un po’ po i versare tutto su una superficie e lavorarla fino a farla diventare liscia.

 Appiattire l’impasto e tagliarlo a strisce larghe.Passare ogni striscia di pasta nella sfogliatrice dal livello più spesso fino ad arrivare all’ ultimo.  Ogni striscia ad ogni livello diventerà sempre più lunga,  in tal caso dividerle a meno che non si vogliano enormi .

Una raccomandazione: l’impasto non si deve stendere tutto subito, le strisce devono essere lavorate man mano altrimenti si asciugano e bisogna reimpastare,  farne tipo 3 o4 non so,  dipende dalla manualità nel farle.

Quando saranno sottili prendere la rotellina per pasta e dividere le sfoglie in strisce di più o meno due centimetri poi prendere la singola striscia e pizzicarla ogni 2-3 centimetri circa durante la lunghezza.

Iniziare a pizzicare tra di loro i bordi per farle appiccicare girandola su se stessa a spirale anche se non si è finita di pizzicala tutta altrimenti non si riesce più a formare la “rosa” fino ad arrotolarla completamente.

Una volta formate  tutte porre ad asciugare sui canovacci per una giornata.  Dopodiché  friggere. Porle su carte assorbente per togliere  l’unto.

Ora versare in una casseruola ampia  il vino cotto che se è troppo denso aggiungere pochissima acqua e a fuoco moderato versare due o tre rigirare fin quando non s’impregnano e si riempiono le cavità e metterle in una  ciotola fino a farle raffreddare.

Annunci

Un pensiero riguardo “Dolci della tradizione…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...