Torta di rose

Si narra che questo dolce vanti antiche e nobili origini.
“Nel 1490, alla corte dei Gonzaga, giunse a seguito matrimonio col marchese Francesco II, Isabella d’Este.
Per rendere onore agli ospiti ferraresi si festeggiò con uno sfarzoso banchetto imbandito di prelibatezze della cucina rinascimentale mantovana e per rendere omaggio a Isabella, definita la “First Lady” del rinascimento, si ideò la Torte delle Rose.
Creata con pochi, semplici e comuni ingredienti dai cuochi dei Gonzaga, unisce il fascino della dolcezza al toccante richiamo della morbidezza: il suo segreto è custodito nell’amore, nella passione e nella pazienza impiegati per la sua esecuzione. La torta delle rose infatti non ammette fretta. La sua realizzazione è stata definita come un richiamo alle pause necessarie per dipingere un quadro e un affresco. Nell’ambiente florido e glorioso di allora da Isabella d’Este a Federico II duca di Mantova a Giulio Romano si affermò questo dolce, che ha maturato cinque secoli di vita, con gli ingredienti e la preparazione gelosamente conservati e tramandati per generazioni.”

Noi abbiamo pensato di prepararla in occasione della festa della Mamma….

Ingredienti

  • 150 g di burro
  • 140 g di zucchero + un cucchiaio
  • 300 g di farina
  • un pizzico di sale
  • 3 tuorli
  • 1 cubetto di lievito di birra
  • latte qb
  • facoltativo un cucchiaio di marmellata di fragole

Preparazione

Fate ammorbidire il burro e lavoratelo a crema con 140 g di zucchero.

Impastate la farina con un pizzico di sale, 3 tuorli, un cubetto di lievito di birra sciolto con poco latte, un cucchiao di zucchero e tanto latte quanto basta per ottenere un impasto morbido.

Tirate una sfoglia quadrata, spennellate con il burro e zucchero (è possibile preparare una crema di burro lavorando in precedenza burro e zucchero fino ad avere un composto spumoso o in alternativa utilizzare come farcia marmellata di fragole, nutella, crema…sempre  in quantità abbondanti affinché dopo la cottura la farcia non risulti secca …)

Arrotolare la sfoglia su se stessa dalla parte più lunga e tagliate delicatamente 6-7 piccoli cilindri,tutti della stessa altezza.

Sistemateli in una tortiera precedentemente imburrata e infarinata o con la carta da forno.

Lasciate lievitare per due ore e poi cuocete la torta in forno statico già caldo a 170° per 30 minuti circa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...