Detersivo fai da te!

Oggi ci dedichiamo ai detersivi fai da te…

Preparare del detergente per piatti e lavastoviglie “fai da te” è semplicissimo… Ci occorreranno:

  • 3 limoni  interi con la buccia (attenzione a togliere i semi!)
  • 400 ml di acqua
  • 200 gr  di sale
  • 100 ml di aceto bianco

Preparazione

Tagliate i limoni e togliete i semi, mettete tutti gli ingredienti in un frullatore e frullate molto molto bene affinchè il composto sia il più fine possibile. Fate bollire il composto ottenuto per 10 minuti e….il gioco è fatto!!

Utilizzatene 2 cucchiai da cucina nella lavastoviglie, consiglierei di aggiungere anche un cucchiaino di bicarbonato di sodio contro il calcare, e per lavare i piatti a mano mettetene la quantità che ritenete necessaria sulla spugnetta ….BUON LAVORO!

Ringraziamo Stefy per la “ricetta”!

Detersivo liquido alla soda

  • 7 litri d’acqua
  • 400 grammi di soda per bucato
  • 400 grammi di sapone vegetale grattugiato

Utilizzate una pentola capiente per portare ad ebollizione l’acqua, Potrete eventualmente dimezzare le dosi. Sciogliete, mescolando, il sapone in scaglie nell’acqua. Spegnete il fuoco ed aggiungete la soda per bucato (da non confondere con la soda caustica!). Continuate a mescolare finché il vostro detersivo liquido non si sarà ben amalgamato. Lasciate raffreddare e trasferite il tutto in un contenitore per detersivo liquido di recupero, o suddividetelo in bottiglie. Utilizzatene un misurino, calcolando la quantità facendo riferimento al tappo di un vecchio detersivo, per ogni lavatrice a pieno carico. Dimezzate la quantità per i lavaggi leggeri.

Detersivo liquido alla lavanda e bicarbonato

  • 5 litri d’acqua
  • 200 grammi di sapone vegetale in scaglie
  • 100 grammi di bicarbonato di sodio
  • 25 gocce di olio essenziale alla lavanda

Portate ad ebollizione l’acqua all’interno di una pentola capiente. Versate mano a mano il sapone vegetale in scaglie e mescolate. Lasciate riposare finché il liquido non si sarà raffreddato e le scaglie di sapone non si saranno completamente disciolte. Quindi aggiungete il bicarbonato e mescolate per bene. Prima di passare al trasferimento del detersivo nel flacone prescelto, addizionatelo con l’olio essenziale di lavanda e mescolate con un cucchiaio di legno. Si tratta di un detersivo perfetto per asciugamani, lenzuola e biancheria in cotone. Il bucato risulterà profumatissimo. In caso di macchie ostinate, pre-trattare con sapone di Marsiglia vegetale.

Detersivo in scaglie profumato

  • 500 grammi di sapone vegetale
  • 200 grammi di bicarbonato di sodio
  • 15 gocce di olio essenziale di eucalipto
  • 10 gocce di olio essenziale di geranio

Munitevi di una grattugia ed i pazienza ed iniziate a ridurre in scaglie il vostro sapone vegetale. Quando avrete terminato tale operazione, potrete trasferire il tutto all’interno di una ciotola, nella quale aggiungerete il bicarbonato di sodio, mescolando con molta cura in modo che il composto risulti uniforme. Addizionate il vostro detersivo con gli oli essenziali per profumarlo e per renderlo maggiormente disinfettante. Suddividetelo in barattoli di vetro da conservare ben chiusi.

Pulitutto e lavavetri fai-da-te

  • 100 ml di alcool per liquori
  • 400 ml di acqua distillata
  • 8-10 gocce di detersivo per piatti
  • qualche goccia di olio essenziale a scelta

Miscelare il tutto in uno spruzzino. E’ efficace e deliziosissimo!

* l’acqua distillata non è sempre necessaria: se l’acqua di casa vostra non è particolarmente calcarea va benissimo.
Altrimenti un’acqua dura rischia di lasciare aloni di calcare sulle cose più delicate e visibili, tipo vetri; in questo caso meglio usare acqua distillata.

* l’alcool alimentare bianco è inodore e ottimo per questo detersivo, ma parecchio costoso. Se non vi da fastidio l’odore dell’alcool rosa si può usare anche quello. In effetti però lo spruzzino con alcool inodore e oli essenziali è di una piacevolezza speciale!

Sturalavandini

Tra i prodotti più pericolosi utilizzati per la pulizia della casa, vi sono i disgorgatori o sturalavandini.
La composizione di questi prodotti è prevalentemente a base di Soda Caustica (Idrossido di Sodio) o Acido Solforico, sostanze estremamente tossiche e aggressive per pelle e occhi e che possono rilasciare gas pericolosi.
Una ricetta casalinga è questa:
mescolare 150 gr. di sale da cucina e 150 gr. di bicarbonato di sodio o Soda da bucato(soda Solvay) versare nello scarico, e subito dopo versare una pentola di acqua bollente.

Attenzione: se non si versa l’acqua subito si rischia di intasare lo scarico! Utilizzando questo sistema con dosi ridotte e ripetendo la procedura una volta al mese, ci garantiremo sempre scarichi liberi.

Deodoranti per ambienti

Altri prodotti che inquinano l’aria e possono provocare allergie e intolleranze sono i deodoranti sintetici. Si pensi ai gas degli spray o ai fornellini elettrici che fanno consumare elettricità, ma anche agli allergeni contenuti nei legnetti profumati o nei pot-pourri.

Se vi piace l’odore del caffè, potete utilizzarlo per deodorare piccoli ambienti (vani singoli degli armadi, cassettoni, scarpiere). Mischiare in una ciotola larga e bassa fondi di caffè asciutti, chiodi di garofano a piacere e mettere nell’ambiente da deodorare. Cambiare quando perde efficacia.

Ancora caffè per combattere l’odore forte di aglio, cipolla, funghi secchi, negli ambienti in cui li conservate: mischiate aceto e fondi di caffè asciutti, o polvere di caffè, in una ciotola formando una pappa densa. Si asciuga da sola. Cambiare quando perde efficacia.

Ricordate sempre che il bicarbonato, lasciato in una vaschetta aperta nei piccoli ambienti o cosparso nelle lettiere e nelle cucce degli animali di casa è un efficace assorbi-odori.

Acido citrico anidro puro

ANTICALCARE, AMMORBIDENTE, DISINCROSTANTE, BRILLANTANTE

Modalità d’uso:

Su tutte le superfici lavabili:
applicare una soluzione al 15% per eliminare le incrostazioni calcaree. Lasciare agire qualche minuto e risciacquare. Non utilizzare su marmo e pietre, legno, cotto e tutte le superfici sulle quali è sconsigliato l’uso di sostanze acide. 
In lavatrice come disincrostante:
ogni mese versare 1 litro di una soluzione al 15% direttamente nel cestello e avviare un programma ad alta temperatura.
In lavatrice come ammorbidente:
versare 100 ml di una soluzione al 15 o 20% nella vaschetta dell’ammorbidente.
In lavastoviglie come brillantante:
riempire la vaschetta del brillantante con una soluzione al 15% e regolare l’indicatore al massimo.

Preparazione soluzione al 15-20%: sciogliere 150 – 200 gr. di acido citrico anidro puro in 1 litro d’acqua.
Se l’acido citrico è monoidrato le quantità diventano 165-220 gr in 1 litro.

Postille

Attenzione a non miscelare bicarbonato con aceto, aceto con acqua della pasta, ricetta piatti fai da te con bicarbonato, percarbonato con lievito per la pizza e lievito per la pizza con detersivo fai da te lavastoviglie, ecc ecc..

Molte sostanze non sono miscelabili perchè si annullano a vicenda o addirittura reagiscono violentemente. Se non sapete come regolarvi, considerate di usare O una O l’altra cosa.
Per quanto riguarda lavatrice e lavastoviglie: lo sappiamo che è difficile resistere all’atavico istinto di miscelare bicarbonato e sale e aceto e additivi e percarbonato e quant’altro per rendere più efficace il lavaggio; ma sappiate che questi allegri bio_pasticci rischiano di inattivare le preparazioni detergenti che compriamo belle e fatte.
Alcune di queste aggiunte sono consigliate e spiegate chiaramente nei modi e nei tempi: via libera.
Altre non sono menzionate : meglio evitare.

Sostanza Non si può mescolare con SI può mescolare con
Bicarbonato Aceto – Acido citrico Detersivo lavatrice – lavastoviglie
Soda solvay Aceto – Acido citrico  
Percarbonato Aceto – Acido citrico Detersivo lavatrice – lavastoviglie
Detersivo piatti fai-da-te Bicarbonato – Percarbonato – Soda Detersivo piatti commerciale
Detersivo lavatrice Aceto – Acido citrico Bicarbonato- percarbonato
Detersivo lavastoviglie Aceto – Acido citrico Bicarbonato- percarbonato
Alcuni olii essenziali Aceto – Acido citrico  
Ammoniaca Aceto – Acidi  
Candeggina Aceto – Acidi  

Nota sulla conservazione dei detersivi “fai da te”

Tutti i composti che contengono alcool o aceto si conservano a lungo, in quanto tali sostanze fanno da conservante (i sottaceti si conservano con aceto, la conservazione di alcuni alimenti sottosale è altrettanto valida, idem per conservazione in sostanze alcooliche).

Il detersivo fai da te sale-limone si conserva a lungo; lo abbiamo tenuto anche due mesi in vasetto di vetro e usato fino alla fine. Per sicurezza potremmo dire che si conserva un mese. Chi lo usa abitualmente lo finisce assai prima, nelle proporzioni da noi indicate. Per maggior precauzione si consiglia di versarlo ancora caldo in vasetti di piccole dimensioni e tappare subito; lasciarlo raffreddare e conservarlo in frigorifero, prendendo un vasetto per volta e avendo l’accortezza di prelevare il composto con un cucchiaio pulito.

Anche il detergente vetri fai da te e gli spruzzatori con bicarbonato e acido citrico si conservano a lungo. Tuttavia consigliamo, quando si fanno diluizioni acquose, di prepararne quantità non eccessive, che si esauriscano in un tempo ragionevole.

Pressoché tutti i detersivi liquidi contengono conservanti per evitare la proliferazione dei microrganismi. Alcune persone sono solite diluirli, per esempio nei dosatori, per usarne meno. È senz’ altro una buona pratica, ma consigliamo di diluirli al momento dell’uso o comunque di usare le soluzioni diluite entro pochi giorni.

e per finire vi linkiamo una pagina di greenme che ci suggerisce  9 idee per riutilizzare in modo creativo i flaconi dei detersivi….

Annunci

3 pensieri riguardo “Detersivo fai da te!

  1. Ciao. Ho un dubbio: nella ricetta del detersivo per piatti a mano e in lavastoviglie suggeriscono di usare un cucchiaino di bicarbonato di sodio contro il calcare, ma poi nella sezione delle sostanze da miscelare si dice che il detersivo piatti fai da te non si può miscelare con il bicarbonato. Potete chiarire? Grazie mille! Susanna

    Mi piace

  2. Ciao Susanna,
    scusa per il ritardo con cui ti rispondo.
    La ricetta come hai notato l’abbiamo presa (chiedendo permesso) da Stefy, io stessa ho provato a fare questo detersivo che non ho usato in lavastoviglie.
    Credo che il problema sia soltanto di reazione: mettendo infatti il bicarbonato con l’aceto si scatena una simpaticissima schiuma.
    Io mettevo sulla spugna il bicarbonato e poi il detersivo per i piatti.
    Mi sono trovata benissimo.
    Spero di averti aiutata

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...