Pane Pane Pane!!

Concludiamo la settimana europea per la riduzione dei rifiuti 2012 con tante idee per riutilizzare il pane!!!

E’ uno degli ingredienti che comunemente avanza nelle nostre cucine: che sia un solo boccone, che sia una pagnotta intera a chi non è mai capitato?

Ecco a voi come riutilizzarlo….

Pangrattato

Il modo più immediato e scontato per riutilizzarlo, soprattutto se ci sono avanzati pochi pezzetti è quello di tostarlo in forno, grattugiarlo e conservarlo in un barattolo di vetro o in una latta di metallo, anch’essa riciclata.

Idea: se lo usate per impanare piatti a base di carne (polpettine piccole, cotoletta) potete anche aggiungere delle erbe aromatiche secche a piacere e conservare il pan grattato già aromatizzato.

Bruschette

La bruschetta è un altro classico modo per utilizzare il pane, magari possiamo condirla oltre che con aglio e pomodoro anche con “gli avanzi” che abbiamo in frigo…. verdure grigliate, funghi, formaggi, wurstel e/o salumi vari che sono in via di scadenza.

Pizzette velocissime

Un’idea veloce che piace  particolarmente ai bambini ( a casa mia spesso era la cena della domenica, col pane avanzato durante il weekend).

Ingredienti:

  • fette di pane avanzato
  • passata di pomodoro
  • mozzarella
  • origano
  • sale ed olio evo a qb

In una terrina preparare la passata di pomodoro con un pizzico di sale, un giro d’olio evo e un pizzico di origano.

Cospargerete le fette di pane con la passata; tagliare la mozzarella a cubetti e disporla sulla base della nostra pizzetta veloce.

Accendete il forno a 180°C e cuocere per 5-6 minuti, finchè la mozzarella si scioglie. Anche in questo caso farcire poi a piacere con altri ingredienti.

 

Panzanella

Panzanella è il nome toscano di una pietanza estiva rustica, un piatto povero di derivazione contadina, molto semplice, che non necessita di cottura e che veniva consumato nei campi da chi, per lavoro, restava fuori casa tutto il giorno. Gli ingredienti principali della panzanella, che si può considerare un piatto unico, sono il pane raffermo, i pomodori, i cetrioli, la cipolla rossa, il basilico, sale, pepe, aceto e olio.

Ingredienti per 2 persone:

  •  400 gr di pane raffermo a fette (la ricetta originale prevede l’uso della pagnotta toscana)
  • 2 grossi  pomodori da insalata
  • 1 cetriolo
  • 1 cipolla rossa piccola
  • 15 foglie di basilico circa
  • 3 cucchiai di aceto di vino bianco
  •  sale, pepe, olio extravergine di olia qb

Sbucciate e tagliate la cipolla a fettine molto sottili e mettetela in ammollo in una ciotolina con dell’acqua e un cucchiaio di aceto di vino bianco per un paio d’ore.

Sbucciate il cetriolo e tagliatelo a rondelle sottili. Pelate e tagliate a pezzettini i pomodori.

Prendete ora  4 fette di pane toscano, eliminate la crosta con un coltello, quindi bagnatele con una soluzione di acqua e un cucchiaio di aceto, senza inzupparle troppo. Una volta che il pane si sarà ammorbidito, strizzatelo, spezzettatelo grossolanamente con le mani e mettetelo in un’insalatiera capiente. Scolate la cipolla rossa dalla sua acqua di ammollo,  quindi unitela al pane, aggiungete i pomodori, il cetriolo e foglie di basilico spezzettate a mano.

Amalgamate delicatamente tutti gli ingredienti aiutandovi con un cucchiaio, condite il tutto con dell’olio extravergine di oliva, poi aggiustate di sale e pepe. Se necessario, aggiungete un altro cucchiaio di aceto di vino.

Fate ora riposare la panzanella in frigorifero per almeno un’ora e per  servirla estraetela dal frigorifero almeno  un quarto d’ora prima di consumarla in modo che torni a temperatura ambiente.

 

Torta di pane e mela alla trentina

Ingredienti:

  • 3 panini raffermi
  • 2 mele
  • 2 uova
  • 2 bicchieri di latte
  • 100 gr di cioccolato fondente
  • 50 gr di zucchero
  • 50 gr di burro
  • la scorza grattugiata di un limone
  •  cannella
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1 pizzico di sale.

Lasciate ammorbidire per alcune ore i panini spezzettati nel latte tiepido, nel frattempo sbucciate e affettate le mele lasciandole poi macerare con un pizzico di cannella, due cucchiai di zucchero e la scorza grattugiata del limone.

Sbattete lo zucchero è una presa di sale con i tuorli d’uovo, quindi unite i panini scolati dal latte in eccesso,il burro fatto sciogliere a bagnomaria, il cioccolato grattugiato e le mele.

Amalgamate bene con cura l’impasto e aggiungete in ultimo il lievito sciolto in poco latte tiepido e gli albumi montati a neve … un questa fase mescolate bene dal basso verso l’alto.

Versate il composto in una tortiera, che avete leggermente unto con olio e cosparso di pangrattato, e fate cuocere la torta in forno preriscaldato 200°C per circa 40 minuti.

 

Canederli trentini

Ingredienti  per 4 persone (8 canederli):

  • 250 g di pane raffermo ( Si usa pane bianco, panini con la crosta,  tagliato a dadini di circa mezzo cm di lato)
  • 150 g di Speck dell’Alto Adige con la sua parte di grasso, tagliato a dadini fini di 2-3 mm di lato
  • 2 uova
  • 1/4 di latte
  • 1 cucchiaio di cipolla, tritata finemente
  • 1 cucchiaio di burro
  • 2 cucchiai di prezzemolo tritato
  • 1 cucchiaio di erba cipollina tritata
  • farina bianca qb
  • sale e pepe

Rosolare la cipolla nel burro ed aggiungere lo speck. Mescolare cipolla e Speck in un recipiente con il pane. Sbattere le uova, aggiungere il latte, il prezzemolo e l’erba cipollina. Pepare e salare con moderazione perché lo speck è già molto sapido. Mescolare con cautela l’impasto e lasciare riposare per 15 minuti o poco più.

 

Aggiungere la farina; la quantità deve variare a seconda della consistenza del pane bagnato e può essere valutato nella giusta misura solo con l’esperienza; in genere uno o due cucchiai di farina devono essere sufficienti.
Formare con le mani i canederli nella forma di palle di diametro di circa 5-6 cm. Sia in questa fase che nella precedente è importante che il pane venga lavorato con delicatezza in modo che non si spiaccichi ma conservi la sua struttura porosa. Non deve essere né asciutto né molle. Se è troppo molle, non rassodare con farina ma con il pangrattato.
I canederli (anche quello da servire poi in brodo) va messo in acqua salata bollente e poi cotto per 15 minuti circa al minimo bollore.

 Polpette di pane

Oltre al pane secco, servono latte, uova, mezzo spicchio di aglio, prezzemolo, formaggio grattugiato, sale e pepe. Il tutto in quantità proporzionale al pane utilizzato (tenete come parametro le dosi usate per le normali polpette di carne). Ridurre il pane in pezzettini e lasciarlo ammorbidire dentro al latte per una mezz’ora, quindi strizzarlo bene e riporlo dentro a una ciotola. Aggiungere l’uovo, il formaggio, sale, pepe, aglio e prezzemolo tritati. Amalgamare l’impasto con le mani e infine formare delle piccole polpettine da riporre in frigo per almeno un’ora. Quindi friggerle con olio extravergine di oliva ben caldo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...