Falafel

2013-05-12 13.52.26

Oggi proponiamo qualcosa di etnico, adatto anche a celiaci e vegeterianini / vegani: i felafel.

falafel sono una pietanza araba mediorientale – presente anche nella cucina israeliana, ma probabilmente d’origine egiziana –costituita da polpette fritte e speziate a base di legumi, tra cui i più utilizzati sono le fave, i ceci e i fagioli tritati concipolla, aglio, cumino e coriandolo. I falafel sostituivano la carne nei giorni del digiuno dei copti egiziani. Il termine è formato da tre parole che in copto significavano letteralmente ‘con tanti fagioli’.

Sono particolarmente diffusi in Siria, Giordania, Egitto (in quest’ultimo paese sono noti principalmente nella versione a base di fave col nome di traslitt. ta’amiyya) e Israele, dove la pietanza è apprezzata da tutte le comunità, quale che sia la loro religione. I palestinesi di Gerusalemme est e quelli del quartiere di Jaffa, a sud di Tel Aviv, servono e mangiano falafel come gli israeliani di origine ebraica, che li ammettono in quanto interamente vegetali e conformi ai precetti kosher che regolano l’assunzione e la preparazione degli alimenti nella religione ebraica.

Il grande successo dei falafel è dovuto alla loro economicità e praticità. In Medio Oriente sono reperibili ovunque: nelle bancarelle delle grandi città, nei villaggi, nelle stazioni di rifornimento nel deserto; in Europa sono stati introdotti dalle rosticcerie turche come alternativa vegetariana al kebab. In Italia si trovano nelle pizzerie gestite da egiziani, che li mettono anche sopra la pizza. 

Ingredienti

  • 400 g di ceci
  • 1 cipolla tritata
  • 1 mazzo di prezzemolo tritato
  • 2 spicchi d’aglio
  • 2 cucchiaini di cumino
  • 1 cucchiaino di coriandolo macinato
  • olio per friggere quanto basta
  • pepe
  • sale

2013-05-12 13.53.06

Preparazione

Lasciare i ceci in ammollo per almeno 24 ore.

Scolarli e togliere la buccia ove necessario.

Mettere in un frullatore i ceci, la cipolla, l’aglio, il prezzemolo, i semi di coriandolo macinati, il cumino, un pizzico di pepe ed il sale.

Frullare per fino a quando l’impasto risulterà liscio ed omogeneo. Lasciar riposare il composto in frigo per 1 ora affinché si rapprenda.

Nel caso in cui il composto risultasse troppo liquido è possibile aggiungere della farina.

Formare quindi delle polpette medie e dorarle nell’olio bollente, girandole dolcemente, per 4 minuti circa. Quando le polpette sono ben colorite toglietele e asciugatele con la carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso.

I Falafel vanno serviti caldi con un pane arabo basso e soffice tagliato a tasca e vanno accompagnati con salsa tahina, hummus o  verdure.


2013-05-12 13.52.38

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...