Zuppa parigina

Cucchiarine e Cucchiarini buona sera.

Tra le tante passioni che ho, alcune di esse sono come meteore che lasciano nel cielo della mia vita una scia, a volte breve a volte lunga…al contrario ci sono alcune passioni che sono fisse lì nel mio cielo come il sole e le stelle…

Il blog è nato per la passione della cucina e della musica che condivido con alcune amiche, poi amo anche andare a correre, come pure poltrire con un libro in mano, oppure creare…..

E adoro come tutti un sacco di altre cose, tra cui una città. Parigi. In casa ho quadri e diversi oggetti che custodisco gelosamente raffiguranti Parigi. Solo domenica mi hanno regalato un monorecchino il cui pendente è una strepitosa Tour Eiffel in argento tibetano. Anche se è in miniatura è strepitosa e mi emoziona. Quest’estate mi hanno regalato una piccolissima giostra con i cavalli, che per me è assolutamente sinonimo di Parigi ed evidentemente anche per chi me la ha donata…

Zuppa_parigina_modificato-2Proprio oggi ho finito di leggere un libro che mi ha inizialmente delusa, a causa della traduzione del titolo “That Part Was True” diventato in italiano “P.S. Non dimenticare Parigi” (Deborah McKinlay). Mio marito, uomo di marketing mi ha subito additata come una consumatrice “boccalona” che se legge la scritta Parigi acquista tutto. “Come gli Americani!!!”. Proprio un autore americano è il protagonista del libro. Jack è uno scrittore cinquantenne affermato che attraversa un periodo di crisi, sia nella vita sentimentale che in quella lavorativa.

Eve è una donna inglese con una vita semplice all’apparenza, chiusa nel suo guscio che si è creata per le delusioni d’amore e per il rapporto difficile con la figlia. Terminato il romanzo di Jack, Eve gli scrive un biglietto per complimentarsi e riceve risposta. Inizia una corrispondenza affiatata che, partendo da scambi di consigli culinari, diventa poi un sincero confidarsi a vicenda, finchè Jack le propone di incontrarsi a Parigi….

Quale connubio migliore tra cucina e Parigi?

Così oggi per la rubrica “LE RICETTE DEL WEEK END” vi propongo una ricetta parigina che adoro, a base di cipolle (ed è questo il motivo per cui ve la propongo oggi!).

 

ZUPPA PARIGINA

Ingredienti per 4 persone:

  • 500 g di cipolle (meglio se bianche)
  • 40 g di burro
  • 40 g di farina
  • 1 litro circa di brodo (fatto col vostro dado vegetale granulare mi raccomando!)
  • 100 g di formaggio tipo Gruyere o Brie (a vostro piacimento, sono due tipi di formaggi molto diversi)
  • Sale
  • Pepe
  • 400 g di pane

Preparate il brodo vegetale. Pulite le cipolle, affettatele finemente, fatele appassire con il burro in una padella antiaderente. Proseguite la cottura coprendole per circa 10 -15 minuti. Aggiungete, se necessario un po’ di vino bianco (questa è una mia personalissima variante, dubito lo facciano nei migliori ristoranti di Parigi).

Aggiungete la farina setacciata. Mescolate fino a far assorbire la farina, aggiungete metà del brodo, coprite e cuocete per circa 30-40 minuti a fuoco moderato. Aggiungete poco per volta il rimanente brodo.

Aggiungete il formaggio scelto, salate, pepate e servite con i crostini di pane.

Una variante è mettere la zuppa in una terrina di coccio e passarla in forno pre riscaldato a 220° funzione grill per alcuni minuti.

Bon apétit!

Zuppa_parigina_modificato-3

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...