Ghiaccioli alle Fragole!

SONY DSC

Cucchiarine e Cucchiarini buon lunedì!

Il tempo da me è ancora un pò incerto… nuvoloso, sereno, pioggia? Cosa ci aspetterà oggi?

Non so quale sarà la temperatura odierna, ma sono certa di cosa ho in freezer aspettando un pomeriggio caldo: un ghiacciolo alle fragole!

Mio papà aveva ancora un pò di fragole e ne ho subito approfittato. I piccoli saranno felicissimi, i grandi pure!

Per questa ricetta ho utilizzato lo zucchero di canna Demerara dei Figli di Pinin Pero S.p. A. e prossimamente vi racconterò di uno zucchero di una linea molto speciale… se non sapete aspettare iniziate a guardare qui http://www.pininpero.com/ e qui http://www.sugarwaves.com/home.htm

Ecco la ricetta davvero facilissima!!!! Gustosa, super sana e frescaaaa! Buona estate!!!

Ingredienti

Per 6 ghiaccioli

  • 300 g fragole pulite
  • 2 cucchiai di zucchero di canna Demerara
  • il succo di mezzo limone

Preparazione

Il procedimento è così semplice…. che quasi mi vergogno a dedicare ‘un paragrafo’ alla sua esposizione.

Basterà infatti semplicemente frullate tutti gli ingredienti e riempire gli stampini dei ghiaccioli. Poi arriva la parte più difficile: … aspettare prima di gustarli!!!!

Buon lavoro!!!

SONY DSC
Ghiaccioli alle Fragole
Annunci

Pere al Brachetto

Cucchiarine e Cucchiarini buongiorno!

Eccomi qua con un piatto veloce, gustoso, da preparare prima, o all’ultimo momento. E’ una soluzione ottimale anche per uno snack in ufficio o un dessert sfizioso anche nella sua semplicità.

La ricetta è veramente facile, così facile che mi vergogno quasi a pubblicarla, ma tante mie amiche quando parlo di pere al forno mi guardano strabuzzando gli occhi… quindi ho deciso che nonostante sia una ricetta super mega facile, la condividerò con voi e spero che la apprezziate quanto l’amo io!

pere_brachetto_marino_alforno_1_modificato-1Ingredienti per 4 persone

  • 4 pere
  • 1 bicchiere di Brachetto (nel mio caso Piemonte DOC Brachetto BRAMUSA di Beppe Marino)
  • granella di nocciole (facoltativa)
  • cannella (facoltativa)

Se non siete sicuri sulla provenienza delle pere sbucciatele e togliete loro il torsolo. Se siete sicuri della loro provenienza bio lasciate la buccia.

Poichè questo dolce risulterà molto leggero ed è buono anche il giorno dopo, io vi consiglio di non accendere il forno solo per 4 pere ma fatene in abbondanza, una volta cotte conservatele in contenitori a chiusura ermetica, in frigo e gustaltele per i giorni seguenti.

Mettete in forno a 180° (se sono senza buccia) o a 200° (se hanno la buccia) e bagnate con il Brachetto. Cuocete per 30 minuti.

Servite con una spolverata di cannella o granella di nocciole.

Buon lavoro!

pere_brachetto_marino_alforno_3_modificato-1

Torta pere cioccolato & mascarpone (una delizia!)

pere e cioccolato torta

Cucchiarine e Cucchiarini buongiorno!!!! Buon Primo Ottobre!!!!

Oggi vorrei raccontarvi una breve storia… un paio di anni fa, in occasione della canonica cena di Natale dell’ufficio, avevo mangiato una torta pere e cioccolato strepitosa.

Il giorno dopo, nella pausa caffè, con i colleghi parlavamo della bontà di quella torta, ma soprattutto del gusto (orrido) dei pantaloni indossati dal cuoco autore della leccornia!!  Uno dei miei colleghi mi dice “se vuoi ti do la ricetta-bomba che prepara mia moglie Silvia: pere, cioccolato e mascarpone!!!”

pere cioccolato fettaChe bello! Io adoro chi mi dà le ricette. Ma come dicevo prima eravamo sotto Natale e avendo in previsione un’abbuffata di dolci e una miriade di ricette da realizzare, la ricetta che mi aveva dato Silvia è andata nel dimenticatoio.. anzi, proprio persa. Finchè un giorno richiedo cortesemente questa ricetta.

Fin dalla prima volta che l’ho fatta ho apportato alcuni cambiamenti. E di questo in ufficio hanno riso tutti, “che Cucchiarina saresti se non apporti modifiche tue???”. Ecco, proprio così.

La ricetta che vi lascio oggi è una versione modificata della ricetta di Silvia ed ho deciso di pubblicarla in questi giorni per cogliere l’occasione di congratularmi pubblicamente per l’arrivo del loro secondogenito Giacomo!

Chiedo però scusa perché nelle foto ho utilizzato tutti oggetti rosa: un’amica mi ha chiesto se potevo darle uno spunto per presentare in modo diverso una torta per una festa di compleanno (di una bambina, ovviamente)!!!

In ogni caso, Benvenuto Giacomo!

pere cioccolata bicchieriIngredienti per una tortiera da 24 cm:

  • 3 pere
  • 4 uova intere
  • 110 g zucchero
  • 100 g cioccolato fondente (oppure tre cucchiai enormi di nutella)
  • 250 g mascarpone
  • 100 g farina 00
  • 1 cucchiaino di lievito in polvere

Preparazione:

Sciogliete il cioccolato a bagnomaria e fate intiepidire. Tagliate le pere a cubetti, infarinatele con una parte della farina. Sbattete le uova con lo zucchero finchè il composto diventa schiumoso, e molto chiaro.

Unite alle uova il cioccolato, le pere, il mascarpone, la rimanente farina e mescolate delicatamente.

Foderate lo stampo con carta da forno, versate il composto e cuocete in forno  già caldo a 180° per circa 30 minuti.

Buon Lavoro!!!

pere cioccolato cucchiarando

Focaccia dolce d’uva

Focaccia carolaBuongiorno Cucchiarine & Cucchiarini!!!

In questi giorni, mentre vagavo su facebook inquieta, affamata e nervosa, vedo questa foto e me ne innamoro immediatamente.

Sarebbe una merenda perfetta!  E’ stata postata pochi minuti prima che mi collegassi. E’ della mia vicina di casa Carola. Accipicchia! Mio figlio sta dormendo, la tentazione di prenderlo in braccio e portarlo di corsa, addormentato da Carola è stata davvero forte, ma poi sono rinsavita, e uscita fuori di casa mi è sembrato di sentire il profumo di questa leccornia…

Contatto immediatamente Carola, supplicandola di darmi la ricetta (lei, gentilissima, mi ha invitata ad andare da lei ad assaggiare la focaccia!), per poterla regalare “in esclusiva” a voi miei carissimi amici e lettori!!!!

Colgo l’occasione per invitare la nostra nuova Cucchiarina Carola a mandarci ancora le sue deliziose ricette!

Ah, e se volete fare come lei, non esitate a inviarci le vostre specialità: cucchiarando@gmail.com !!!

Ingredienti

  • 300 gr di farina da pizza
  • 200 gr di farina Manitoba
  • 300 cc di acqua
  • Un cucchiaino di malto
  • Un cubetto di lievito di birra
  • Sale
  • Olio d’oliva e di arachidi
  • Zucchero di canna
  • Acini d’uva (moscato d’Amburgo nella foto)

Preparazion

Impastare lievito, farine, malto, acqua, due cucchiai di olio di semi di arachidi, due pizzichi di sale e lasciar lievitare in una ciotola coperta da un panno o nell’impastatrice del pane.
Focaccia carola
Ungere con olio d’oliva una teglia da forno e cospargerla di zucchero di canna (5/6 cucchiaini circa) poi disporre sulla teglia gli acini d’uva lavati e asciugati (né troppo fitti né troppo radi).
Quando la pasta sarà lievitata farne un disco sulla spianatoia infarinata e adagiarlo nella teglia sugli acini (modalità tarte tatin!). Schiacciare delicatamente fino a rompere alcuni acini e creare tante “fossette” con le dita (dove si raccoglieranno l’olio e lo zucchero). Ungere la focaccia con olio d’oliva e cospargere di zucchero di canna.
Lasciare nuovamente lievitare.
Scaldare il forno a 200 gradi, schizzare la focaccia con acqua (va benissimo con lo spruzzino per stirare… questo è un trucco dei focacceri di Recco!), quindi infornare per 15/20 minuti. La superficie deve risultare croccante e dorata. Sfornare tiepida su un piatto ampio o un tagliere.
Buon lavoro!!!

Crostata Estiva

Buongiorno Cucchiarine & Cucchiarini! 10441134_10205459951526360_6510209392320702823_n

Ancora More? In questo periodo iniziano a maturare anche le pesche, a seconda della disponibilità della vostra frutta vi suggerisco una crostata estiva.

Ingredienti

Per la Frolla (ricetta di Raffaella, mia sorella):

  • 500gr di farina per dolci
  • 250gr di burro ammorbidito
  • 120gr (ma anche 100 gr possono andar bene se non amate troppo il dolce) di zucchero semolato
  • 1 uovo
  • 1 pizzico di sale
  • latte qb

Per la crema (ricetta di Lina, la mamma di Margi):

  • 1 litro di latte
  • 100 g di amido di mais
  • 200 g di zucchero
  • 4 – 5 Tuorli
  • Buccia di limone

Per le decorazioni:

  • More o pesche q.b.

Facoltativo:

  • Gelatina per crostate alla frutta

Preparazione

Sembrerebbe difficile leggendo gli ingredienti, ma è una crostata velocissima e buonissima!

In un recipiente capiente impastate velocemente il burro, lo zucchero, l’uovo, un pizzico di sale e mettete il latte a fino finchè l’impasto risulterà compatto e non appiccicoso.

Un segreto: prima di stenderla fatela riposare una decina di minuti in frigo e dopo averla stesa nello stampo la bucate con la forchetta.

Stendetela e fatela cuocere a 180° per circa 15 minuti, coperta con carta da forno e fagioli secchi.

Passiamo alla crema!

Riscaldate il latte unendovi la scorzetta di limone e mescolatelo  allo zucchero.

Versate i tuorli e lo zucchero in una pentola, sbattete il tutto fino ad ottenere un composto spumoso e biancastro.

Unite l’amido setacciato e mescolate per incorporarlo al composto di tuorli e zucchero.

Sempre continuando a mescolare versate a filo il latte caldo ma non bollente, dopo aver eliminato la scorzetta di limone.

Mettete sul fuoco e senza smettere di mescolare SEMPRE NELLO STESSO SENSO portate a bollore, abbassate un pochino il fuoco e fate sobbollire per 3 o 4 minuti.

Versatela in una ciotola per interrompere la cottura, e se non la usate subito ricopritela con la pellicola da cucina facendola aderire alla crema, questo permetterà di evitare la formazione della spiacevole pellicola superficiale.

Fate raffreddare la crostata, mettetela su un piatto da portata, mettete al suo interno la crema pasticcera e fate raffreddare completamente (eventualmente seguite le istruzioni per la gelatina e ricoprite la crostata).

Ottimo per le merende e per le serate con gli amici!

Decorate con more e pesche. Buon lavoro e buon appetito!

10441134_10205459951526360_6510209392320702823_n

Marmellata di more

Buongiorno Cucchiarine & Cucchiarini!

Come annunciato ieri sono a proporvi, dopo svariati tentativi, la mia amatissima ricetta di marmellata di more!

Ingredienti per circa tre vasetti da 300 g:2015-07-10 09.57.23

  • 1 kg di more
  • 450 g di zucchero
  • 1 limone

Una piccola avvertenza. La quantità di zucchero dipende dal livello della maturazione della mora. Pertanto, io inizio sempre con queste dosi, assaggio ed eventualmente aggiungo dello zucchero.

Sterilizzate i vostri vasetti (se vi interessa io li lavo e li asciugo bene e li passo capovolti in forno già caldo a 100 gradi per circa mezz’ora).

Lavate le more e fatele asciugare su un panno o un asciugamano (che si macchierà terribilmente e dovrete lasciare per un bel po’ insaponato e lavarlo più volte a mano), mettetele in una pentola a fondo spesso e bordi alti con lo zucchero e due o tre cucchiai di limone (se volete una variante più aspra potrete mettere anche mezzo limone e grattugiarne la buccia, in tal caso avrete una marmellata more e limone), portate ad ebollizione.

Togliete la schiuma che si formerà con la schiumarola, dopo circa mezz’ora di cottura schiacciate le more con la schiumarola stessa o un cucchiaio di legno. Assaggiate e aggiungete eventuale zucchero.

Fate bollire per circa 1 ora e mezza, non dimenticandovi di fare la “prova del piattino”* per capire quando è il momento più opportuno per finire la cottura.

Versate la marmellata di more bollente all’interno dei vasetti, chiudete ermeticamente, capovolgeteli (io li tengo capovolti solo per una decina di minuti, poi li raddrizzo di nuovo), lasciate raffreddare!

Piccola curiosità. Non ricordo chi me lo ha suggerito, ma quando invaso avvolgo i barattoli, le mie piccole creature, in un canovaccio spesso. Mi sembra proprio che come un bimbo appena nato la marmellata bollente si raffreddi più dolcemente e sia più felice.

“Più ve ne prenderete cura, più gli oggetti saranno dalla vostra parte” (Marie Kondo), credo che questo valga anche per ogni piatto che prepariamo.

Buon Lavoro!!!

20150723_073535

Un’idea per tenere occupati i vostri bambini e farli collaborare è la creazione di etichette colorate. Liberate la fantasia!

 

* La prova del piattino consiste nel versare qualche goccia di marmellata su un piattino, fare raffreddare. Se, tenendo il piattino in verticale, la marmellata non cola, è pronta, altrimenti prolungate la cottura

 

Cheese cake per la festa del Papà!

IMG-20150315-WA0007 Buongiorno Cucchiarine & Cucchiarini!

Giovedì sarà la festa del papà e quale occasione migliore per preparare con i vostri bambini una torta?

Quindi, forza, ai fornelli!

Ingredienti per 6-8 persone:

  • 250 g biscotti al cioccolato
  • 60 g di burro più quello per imburrare la teglia
  • 400 g di ricotta
  • 250 g mascarpone
  • 2 uova
  • 4 cucchiai di confettura a scelta (io ho messo quella di pesche che ho fatto io)
  • 120 g di zucchero
  • 300 gr di fragole
  • 150 g di more sciroppate (facoltative, anche queste di mia produzione)

Fondete il burro a fuoco dolce, mettete i biscotti in un sacchetto e schiacciateli col mattarello per ridurli in 2015-03-14 09.49.06briciole. trasferiteli in una ciotola, unite il burro fuso e mescolate.

Imburrate leggermente fondo e pareti di una tortiera apribile di 24 cm e foderateli con un disco e una striscia di carta da forno. Distribuite sul fondo il composto di biscotti sbriciolati e livellatelo, schiacciando con il dorso di un cucchiaio. fate riposare in frigo.

Lavorate la ricotta con il mascarpone, lo zucchero, le uova, la confettura fino ad ottenere un composto cremoso. versate la crema sulla base di biscotti, sistemate la tortiera su una teglia (per evitare che dallo stampo a cerniera coli burro sul fondo del forno) e cuocete nel forno preriscaldato a 160°per circa 40 minuti.

Fate raffreddare, poi sfornate il cheese cake dallo stampo e mettete in frigo per almeno un paio d’ore prima di decorare con le fragole e le more.

Buon lavoro!

IMG-20150315-WA0009

Riso venere in giallo

Riso in giallo Buongiorno Cucchiarine e Cucchiarini, al lavoro!!!

Oggi cuciniamo un piatto che lega il racconto “non possiamo che migliorare” con la festa della donna. E’ ottimo caldo e freddo, unico sgarro, ho utilizzanto un prodotto che è il re dell’estate, ma per una volta concedetemi un ortaggio fuori stagione! Il riso venere in giallo si presta sia come piatto unico che, in quantità ridotte e servito in piccoli bicchierini come aperitivo.

Ingredienti per 4 persone:

  • 2 peperoni gialli
  • 1 petto di pollo
  • 3 fette di ananas fresco
  • zafferano
  • cipolla bionda
  • 240 g di riso venere
  • olio
  • sale

Per prima cosa pulite i peperoni e tagliateli a quadratini, preparate una padella antiaderente in cui verserete un cucchiaino di olio la cipolla pulita e tagliata fine e non appena si imbiondirà aggiungete i peperoni.

Pulite e tagliate a dadini anche l’ananas e il petto di pollo e aggiungeteli alla padella antiaderente, salate e se necessario aggiungete un po’ di acqua o brodo vegetale.

Intanto preparate il riso venere. In una pentola capiente mettete abbondante acqua salata e quando bolle mettete il riso, fate bollire per i minuti indicati sulla confezione.

Quando la cottura del riso sarà quasi terminata aggiungete lo zafferano, scolate il riso e saltate in modo che si amalgami bene.

Buon appetito e buon lavoro!

Riso_in_giallo